Ernestomeda

Ernestomeda s.p.a. nasce nel 1996 e grazie alla costante evoluzione e attenzione alla ricerca si posiziona oggi quale azienda leader nel mercato delle cucine di design di alto profilo. Il rispetto di valori etici, ambientali e funzionali è basilare per l’azienda e si traduce in progetti dalle forti peculiarità e qualità intrinseche ed estetiche, in grado di soddisfare le esigenze di un pubblico sempre più attento e sensibile alle tendenze. La presenza di Ernestomeda in Italia e all’estero è fortemente delineata, oltre che dalla distribuzione nei numerosi multi brand store di interior design, anche dagli showroom monomarca situati in alcune delle principali metropoli italiane (Milano, Bari, Firenze) e internazionali (Lugano, Chicago, New York, Los Angeles, Madrid, Barcellona, Tel Aviv, San Pietroburgo, Taipei, Singapore, Muscat, Bangalore, Pune, Mumbai, Manchester e Toronto). Nel 2018 sono state programmate ulteriori nuove aperture a Johannesburg, Dubai, Lahore, Mexico City e Panama City, solo per citarne alcune.

 

DESIGN D’AVANGUARDIA

Lo stile di Ernestomeda guarda all’innovazione e alle tendenze di design più contemporanee, e si è avvalso della collaborazione di prestigiosi designer come Pietro Arosio, Rodolfo Dordoni (progettisti rispettivamente di Elektra e Barrique), Marc Sadler (per Carré), Andreucci e Hoisl (per Emetrica) e dal 2012 Giuseppe Bavuso, che ha progettato Icon, Soul e la nuova K-Lab. Il desiderio di sperimentazione dell’azienda ha portato inoltre alla concretizzazione di due cucine speciali, sintesi di avanzate soluzioni estetiche, tecnologiche ed illuminotecniche – Z-Island e Corian Nouvel Lumieres - a firma di alcune tra le maggiori “archistar” mondiali, rispettivamente Zaha Hadid e Jean Nouvel. Inoltre, nel 2011 Ernestomeda ha sviluppato, con la collaborazione creativa di AquiliAlberg, una cucina speciale ispirata al film “TRON: Legacy” e realizzata con la tecno-superficie DuPont™ Corian®. Un ulteriore ambito riguarda la collaborazione con prestigiosi cantieri navali, tra cui Custom Line, CRN e Pershing del Gruppo Ferretti: Ernestomeda Yacht Division è la divisione aziendale specificatamente creata per lo studio dettagliato degli ambienti cucina di yacht, megayacht e navi da diporto.

 

LA SEDE

La sede di Ernestomeda a Montelabbate (PU) copre con efficienza l’intera filiera produttiva garantendo la massima performance qualitativa. Articolata su oltre 32.000 mq (di cui 18.500 mq di fabbrica) e con un personale di 113 dipendenti, l’azienda è strutturata in 13 reparti che supportano ogni aspetto della produzione e della ricerca, controllando ogni singola fase della lavorazione: dal magazzino ai reparti di montaggio e accessori/elettrodomestici, dal controllo qualità - che verifica l’assoluta idoneità di tutti i processi aziendali - al reparto di falegnameria ed ebanisteria, che realizza programmi “tailor made” sulla base delle specifiche esigenze espresse dal consumatore.

 

ERNESTOMEDA E LA QUALITÀ

Ernestomeda ha ottenuto le tre certificazioni sulla qualità, sull’ambiente e sulla sicurezza sul lavoro, controllate e approvate da SGS, organismo internazionale leader nei servizi d’ispezione e verifica dei servizi e sistemi industriali: il sistema di gestione per la qualità (norma UNI EN ISO 9001), che prevede una serie di misure atte a migliorare ogni fase della produzione, dai rapporti coi fornitori alle richieste dei consumatori finali; il sistema di gestione ambientale (norma UNI EN ISO 14001), che include severe misure in merito all’inquinamento acustico, ai consumi, ai rifiuti e alle emissioni; il sistema di gestione per la salute e sicurezza dei lavoratori (BH OHSAS – Occupational Health and Safety Assessment Series - 18001:2007), acquisito a dicembre 2008, che monitora e gestisce tutti i possibili rischi ed imprevisti per i lavoratori, in modo da poter migliorare la qualità del posto di lavoro e delle mansioni professionali. Un ulteriore importate riconoscimento, ottenuto nel 2012, è la conformità alla certificazione internazionale LEED: Ernestomeda LEED Compliant per il credito IEQ 4.5 “Materiali a basse emissioni – Mobili e sedute”. Ernestomeda è stata inoltre la prima azienda italiana produttrice di cucine a ottenere nel 2018 la Certificazione di origine italiana del mobile rilasciata dagli enti CATAS e COSMOB, basata sulla norma UNI 11674, che rappresenta oggi lo standard di riferimento per la dichiarazione d’origine italiana dei mobili finiti. La qualità e l’efficienza come mission aziendali si riflettono anche in un’attenzione globale verso il consumatore, in grado di creare da un lato soluzioni innovative che adempiano ad esigenze estetiche e funzionali, dall’altro di tutelarne la soddisfazione con Kitchens’ Care, una garanzia che copre per dieci anni la cucina e i suoi impianti elettrici e idraulici.

 

Per ulteriori informazioni su Ernestomeda

TwentyTwenty (agenzia del Gruppo Noesis)

Nicoletta Fabio – nicoletta.fabio@twentytwenty.it

Elena Tronchin – elena.tronchin@twentytwenty.it

Claudia Boca – claudia.boca@twentytwenty.it

Tel 02.8310511

www.ernestomeda.com

 

Ernestomeda, azienda leader nel mercato delle cucine di design di alto profilo, nasce nel 1996 e realizza prodotti di alto valore a prezzi competitivi, con uno stile capace di armonizzare design, tecnologia e sicurezza. La gamma comprende oggi più di 10 programmi caratterizzati da un’ampia varietà di finiture e materiali. La sede di Montelabbate (PU) è articolata su oltre 32.000mq e conta 113 dipendenti, coprendo con efficienza ogni singola fase della filiera produttiva.

La missione di Ernestomeda di rendere il design e la qualità accessibili a molti è ben rappresentata dalla continua spinta verso la ricerca, la sicurezza e l’innovazione tecnologica, come testimoniano le importanti certificazioni ottenute (Gestione della Qualità - UNI EN ISO 9001; Gestione Ambientale - UNI EN ISO 14001; Gestione per la Salute e Sicurezza dei lavoratori - BS OHSAS 18001; Certificazione di origine italiana del mobile CATAS-COSMOB – norma di riferimento UNI 11674).

Ernestomeda LEED Compliant per il credito IEQ 4.5 “Materiali a basse emissioni – Mobili e sedute”.

Torna su